News

Club Alpino Accademico Italiano

ETICA, SICUREZZA E TRADIZIONE

Lunedì, 28 Maggio 2018 23:47

Convegno primaverile del Gruppo Orientale del CAAI

Castelnuovo Monti/RE 19/20 maggio 2018

 

A Castelnuovo Monti, nell’Appennino reggiano ai piedi della Pietra di Bismantova, si è tenuto il Convegno primaverile 2018 del Gruppo Orientale del CAAI.

Si ringrazia per il supporto logistico ed organizzativo la locale Sezione del CAI, guidata dall’inossidabile Ginetto Montipò.

Dopo il saluto delle autorità, dal Sindaco di Castelnuovo Monti al Presidente del Parco Nazionale nel quale si colloca Bismantova, e dopo il saluto del Presidente generale Alberto Rampini, il primo ospite della giornata, Matteo Bertolotti, Presidente CNSASA Lombardia e animatore del Gruppo Sass Baloss, ha tracciato una interessante e documentata storia alpinistica della Pietra di Bismantova, della quale fra l’altro ha compilato di recente una apprezzata guida alle arrampicate, assieme all’Accademico trentino Diego Filippi.

DSC 1240

DSC 1232

Matteo Bertolotti                                                                                                                               Alessandro Baù

 

Alessandro Baù, Accademico e Guida Alpina, e Nicola Tondini, Guida Alpina, hanno introdotto e sviluppato il tema specifico del Convegno” Etica, sicurezza e tradizione”, seguiti da un pubblico attento e qualificato, che si è reso alla fine protagonista di un interessante dibattito.

In estrema sintesi, il risultato condiviso della relazione e del dibattito propone un approccio discreto e conservativo alle grandi vie storiche, capolavori da conservare e valorizzare nel modo più soft possibile, per preservarli dal degrado del tempo, documentarli e proporli agli alpinisti di oggi, che siano intenzionati e preparati a percorrerli con lo stesso spirito di avventura che animò a suo tempo gli apritori.

Nicola Tondini

DSC 1260

 

Questo non significa opposizione a qualsiasi opera di bonifica, ma si ribadisce che eventuali interventi dovrebbero avvenire nel tempo, a cura dei ripetitori e non sulla base di interventi sistematici e pianificati.

La “bonifica” e “messa in sicurezza” delle vie classiche è un obiettivo fuorviante, nella convinzione che la sicurezza prima deriva dalla preparazione, dall’approccio graduale e dalla consapevolezza anche culturale dei frequentatori.

In questa prospettiva si è sottolineata l’importanza del fattore educativo e formativo svolto dalle Scuole del CAI.

71
Altro in questa categoria: « I GIOVEDI' DEL GRANDE ALPINISMO

Social

Sede

Club Alpino Accedemico Italiano
Via E. Petrella, 19 - 20124 Milano
P. Iva 0906980096
clubalpinoaccademicoitaliano@gmail.com