CAAI

Club Alpino Accademico Italiano
Giovedì, 22 Ottobre 2015 20:21

VERBALE DELL’ASSEMBLEA

Sono presenti 26 Soci:  A. Antola, GL. Cavalli, P. Crivellaro, L. Enrico, M. Enrico, M Ghirardi, A. Giorda, M. Giuliberti, G. Griva, F Locatelli, F. Martinaglia, A. Mellano, E Montagna, E. Mosca, G Pagnoncelli, L. Peirano, M. Penasa, P.L. Perona, L., E Pessiva, C. Picco, C Pinelli, D Rabbi, C. Sant’Unione, V. Sartore,

Scusano l’assenza:  L Brunati, F Carbonero, M Conti, S Deleo, M Faganello, G Ghiglione, M. Oviglia, M Piras, F Ribetti, AL Rochat, M Sanguineti, R Sartore, F Scotto, U valocchi.

Dopo aver ringraziato i Soci presenti il presidente comunica ai soci che il past president Corradino Rabbi sarà proclamato socio onorario del CAI alla prossima assemblea dei delegati a Torino il 5 maggio. I presenti applaudono calorosamente e ringraziano Dino, veramente commosso, per l’impegno e per il lavoro svolto per il CAAI.

1)      Approvazione verbale seduta precedente

        Viene approvato all’unanimità

2)      Comunicazioni del Presidente

–     Clean climbing: viene rilanciata l’iniziativa con una locandina, un video (da inviare a tutti i soci) e con l’impegno a diffonderla. Picco in maggio farà pervenire ai maggiori siti la documentazione.

Pinelli illustra anche l’attività che MW ha in programma in Pakistan in settembre con l’obiettivo di formare degli istruttori locali. A questa attività il CAAI sarà rappresentato oltre che dallo stesso Pinelli da Barbolini.

–      Premio P Consiglio. Vincitori i fratelli Rigler con una nuova via su una cima inviolata (Kako Peak- Ramadham 1100 mt- 9-A2). Questo modo di assegnare il premio non avrà seguito, mancano le premesse per continuare. Il CG si farà carico di proporre nuove vie, probabilmente indirizzata a giovani alpinisti da mandare a fare esperienza all’estero.

–      Al Kangchendzhonga di Bawer. È il nuovo libro edito da G. Rossi, verrà spedito a breve a tutti i soci e compenserà il vuoto dell’annuario.

–          Appartenenza alla sezione del Cai. Attendiamo una nota chiarificatrice dal CAI che elimini i dubbi sollevati da alcune sezioni sulla possibilità, per i soci delle sezioni nazionali (CAAI, AGAI, CNSA), di poter essere anche soci delle sezioni CAI di appartenenza.

–          Sito CAAI. Piano piano si sta riallineando essendo stato oscurato causa mancato pagamento del dominio. Invito ai soci a segnalare eventuali errori, mancanze o altro.

–          CD su Cozzolino, girato dal regista di altri film documento, Gregorio, verrà inviato a tutti i soci insieme al prossimo annuario.

–           Patrocinio del CAAI al monumento che verrà eretto a Lecco per Cassin

–          CAI UGET. La sezione ha invitato CAAI, in occasione delle attività per il centenario, ha tenere delle serate sulla storia dell’alpinismo torinese, sull’alpinismo attuale e sulle sue nuove tendenze. Accettano di coprire le serate M Sanguineti (9 maggio), D Rabbi e A Mellano (6 giugno), A Giorda (20 giugno) e U Manera (26 giugno).

–          Collana GMI. Il CG del CAI, tramite la commissione pubblicazioni ha chiesto a CAAI la collaborazione per la nascita di una nuova collana di guide che dovrebbero raccogliere, per i vari gruppi montuosi, le vie ‘trad’ in sostituzione delle gloriose GMI che saranno abbandonate. Picco illustra il pensiero emerso in merito all’assunzione da parte di CAAI di una definizione di vie trad, se ne parlerà nella riunione di giugno, ma dagli scambi avuti con i colleghi fin da ora auspica che il CAAI emetta un documento che chiarisca la sua visione del fenomeno trad. L’assemblea dopo lunga discussione, illuminata da molte precisazioni in merito alla decisione di sopprimere GMI da Crivellaro, esprime ferma contrarietà a questa operazione. Attualmente GMI è la miglior pubblicazione del CAI e la sua perdita lascerebbe un vuoto incolmabile. Al termine della discussione si da incarico a Picco di esprimere, tramite la presidenza generale, questo dissenso del gruppo alla direzione del CAI.

3)      Presentazione dei nuovi Soci

–    L’Assemblea si congratula con il nuovo Socio Giovanni Pagnoncelli. Come ratificato nella riunione del C.G. a Milano del 23 Marzo 2013. Insieme al nostro socio sono entrati nell’Accademico Lamo Francesco, Pastorello Cristiano e Zaleri Stefano soci del gruppo Orientale e Arosio Tito socio del centrale.

4)      Relazione  economica

–   Viene presentato il bilancio, approvato all’unanimità.

5)      Progetto 150 cime

–  Dopo aver illustrato le vicissitudini organizzative del progetto e l’attuale tardivo coinvolgimento degli organi istituzionali del CAI comunica che l’accademico si è preso l’impegno di organizzare alcune gite e definire i responsabili di vetta: Blinnerhorn – Martinaglia, Becco Meridionale della Ttribolazione – Sartore V., Grivola – Giuliberti, Dolan – Picco, Cusidore – Oviglia. Seguiranno poi chiarimenti su come e cosa organizzare e su che documentazione fornire per il completamento del volume celebrativo dell’evento.

Picco ribadisce che le date devono restare il più possibile quelle indicate da CAI (7 – 14 luglio) e che le vie di salita devono essere quelle previste dalla scheda, salvo diverse valutazioni dei responsabili di vetta dettate da motivazioni di sicurezza o meteo. 

L’assemblea auspica che l’attività venga evidenziata con il dovuto risalto sulla stampa sociale e che sia comunicata a tutti i soci.

Penasa chiede che il CAI dedichi un intero numero della rivista al consuntivo di questa attività.

6)      Convegno 2013

–  Dopo aver ringraziato chi ha collaborato a questa prima fase organizzativa, Giuliberti per la sede del convegno, i fratelli Enrico per i contatti con gli hotel e Giorda per essersi preso in carico il tema del convegno, Picco comunica che il convegno sarà il 26-27 ottobre a Torino nel Palazzo del Valentino (dove il 23/10/1863 fu fondato il CAI). Il tema del convegno sarà su questa traccia:

“I valori dell’alpinismo a 150 anni dalla fondazione del CAI”,

quello esatto sarà proposto dagli organizzatori sulla base delle conferme dei relatori invitati.

Segue un ampio dibattito sul significato della parola –valori- e su come impostare il tema per i relatori. Sentiti vari pareri, Crivellaro, Giuliberti, Giorda ecc, si da mandato a Giorda di preparare la relazione invitando Crivellaro per un intervento storico che apra il tema, alcune  personalità alpinistiche di rilievo (Diemberger?, Mellano, …) che portino la loro personale visione dei valori che hanno ispirato l’attività alpinistica. Resta da definire dove organizzare la cena e l’eventuale logistica per il sabato sera, Picco e Giuliberti se ne faranno carico. La locandina con invito e programma sarà spedita entro giugno mentre verrà preparato un invito informale da mandare immediatamente a tutti i soci CAAI tramite le rispettive segreterie.

7)      Bivacchi

–  Borelli. I lavori saranno fatti solo nel 2014 causa ritardi nella richiesta di contributi alla VdA.

– Ferreri –  Rivero Picco illustra le attività pensate dal comitato promotore (CAAI, GISM, CAI Torino) per pubblicizzare l’evento e per reperire fondi, invitando ancora una volta i presenti a partecipare all’evento del pomeriggio che tratterà il tema.

8)      Annuario

Penasa comunica che i lavori procedono bene e che l’annuario 202-2013 sarà pronto per il convegno.

9)      Commissione Tecnica

–  Scade Sergio Deleo, che ringraziamo, subentra quale membro effettivo Floriano Martinaglia e viene eletto membro supplente Gianluca Cavalli.

10)  Varie

–  Gianluica Cavalli illustra la sua esperienza come partecipante al meeting organizzato dal club alpino israeliano in Wadi Rom sottolineando come anche li sia conosciuto ed apprezzato il meeting della Valle dell’Orco.

Giorda chiede di informarsi se ci sia la possibilità di avere, per distribuire a tutti i soci, il dvd sulla storia di Gervasutti, realizzato da Gregorio.

Alle ore 13, esauriti gli argomenti, l’Assemblea è sciolta e ci si ritrova per il pranzo sociale al ristorante dei Cappuccini.

Alle 15, Blatto per il GISM, Marengo per il CAI Torino, Picco per CAAI e l’architetto Chiara Mondino illustrano le vicende che hanno portato alla nascita del comitato per il tentativo di recupero del vecchio ricovero Ferreri e di cointitolarlo a Rivero. Vengono comunicati i primi interventi che saranno necessari e le date relative. Segue, a cura di Blatto e di Lino Fornelli una ricca ed interessante proiezione sulla storia alpinistica della testata del vallone della Gura, zona dove molti nostri soci accademici hanno lasciato la loro traccia. Alle 17 terminata la proiezione viene chiusa la giornata.

Il  Presidente

Claudio Picco

Giovedì, 22 Ottobre 2015 20:18

VERBALE DELL’ASSEMBLEA DEI SOCI

Sono presenti i soci: A. Antola, R. Bianco, F. Carbonero, P. Crivellaro, L. Enrico, M, Enrico, M. Faganello, G. Ghiglione, M. Ghirardi, A Giorda, M. Giuliberti, G. Griva, F. Locatelli, U. Manera, A. Mellano, E. Montagna, E. Mosca, F. Palazzo, L. Peirano, M. Penasa, P. Perona, C. Picco, C. Rabbi, F. Ribetti, A. Rochat, M. Sanguineti, C. Sant’Unione.

Scusano l’assenza i soci: M. Angelino, GL. Vaccari, U. Valocchi

Dopo aver ringraziato i soci presenti per la numerosa partecipazione, aver augurato a Rabbi ‘buon compleanno, il Presidente apre l’assemblea.

1) Approvazione del verbale precedente

Approvato all’unanimità.

2) Comunicazioni del Presidente

Si ricorda

– il premio Paolo Armando assegnato dal GISM a Massimo Piras per la syua attività di valorizzazione e scoperta.

– la serata preparata da Giorda e Manera presso il salone del G.Hotel di Ceresole sulla storia dell’alpinismo nel Gran Paradiso

– la salita al Pontese per celebrare i 50 anni dall’apertura della via di Mellano Perego (presenti) e Cavalieri al Valsoera

-la bella salita della via dovei Mellano, accompagnato nell’occasione da alcuni soci CAAI, a 75 anni ha ripercorso la sua via

– presentazione a Torino della nuova guida di arrampicata in Valle Orco di Oviglia

– il nuovo sito CAAI, che necessiterà dell’aiuto di tutti per diventare più vivo ed interessante. Si individua in Matteo Faganello il responsabile per il nostro gruppo dell’aggiornamneto e della gestione. Matteo accetta riservandosi di approfondire i dettagli.

– sul tema sicurezza in montagna, dirito al rischio ecc il presidente illustra gli ultimi avvenimenti, giornata dell’IMS cui ha partecipato, la conferenza di Bergamo purtroppo in concomitanza con l’assemblea, e lo sviluppo delle leggi regionali piemontesi [8/2008 e 12/20110] in merito, il documento scritto da Palazzo. Dopo interessante discussione si da mandato alla presidenza di contattare Geninatti, coinvolto come rappresentante CAI in Regione per la discussione della legge, per avere aggiornamenti e la nostra Presidenza per la pubblicazione dello scritto di Palazzo.

– il convegno annuale organizzato dal nostro gruppo a Ceresole che ha trattato del rapporto tra arrampicata trad ed evoluzione attuale e ha potuto contare su interventi di elevato spessore, non solo dei soci ma anche di alpinisti di altre nazioni. Buona la partecipazione dei soci ,61, ma grandi assenti i giovani accademici che avrebbero potuto portare un contributo notevole

3) Presentazione nuove candidature

Il presidente comunica di aver omesso erroneamente il nominativo di uno dei due candidati nell’invio dell’avviso della riunione. Penasa e Picco presentano Gian Luca Cavalli che, sentiti i pareri dei membri della CT, viene invitato a ripresentarsi il prossimo anno per poter meglio colmare l’attività nei 5 anni. Sanguineti e Picco presentano l’attività di Floriano Martinaglia,(1966) socio del CAI di Menaggio che supera la valutazione dell’assemblea all’unanimità (27/27)

4) Meeting 2010 a Ceresole

E’ stato un gran successo sia mediatico per il CAAI che operativo per partecipanti e accompagnatori.

Dopo aver ringraziato Penasa per l’ottima organizzazione e gestione della settimana, Giorda per il grande contributo nella comunicazione e nella preparazione ed Oviglia per aver preparato l’open day , purtroppo rovinato dal mal tempo, e per aver trovato vari sponsor, ricorda il grande contributo avuto da tutti quelli che hanno prestato un po’ del loro tempo all’evento, soci CAAI, guide, istruttori di alpinismo e amici. Con l’augurio di poterlo rifare magari con cadenza biennale. Visto anche il modesto costo finale per le casse CAAI (4.500 euro circa) organizzato magari in altre zone e dagli altri gruppi. Prende poi la parola Penasa che illustra i numeri del meeting e delle attività di contorno rimandando per i dettagli al prossimo annuario.

5) Rivalutazione della figura di Pacard nella prima salita al M. Bianco

Prende la parola Crivellaro che, annunciando che la ricerca e gli studi da lui fatti in questi ultimi anni saranno prossimamente pubblicati in un libro, comunica che visto il successo della sua conferenza in merito alla vicenda ad Annecy dell’estate scorsa, è stato contattato dal comune di Chamonix per ripeterla nella prossima estate a Chamonix. Chiede quindi per questo il patrocinio del gruppo, che viene accordato all’unanimità e chiede alla presidenza di prendere posizione in merito alla vicenda ricordando che ancora oggi sugli ultimi libri di storia dell’alpinismo vengono scritte cose non vere. Il Presidente riferirà in CG chiedendo che sia il CAAI a patrocinare l’evento e non solo il gruppo

6) Bivacchi

-Lampugnani-Grassi: E’ stato posizionato il 13-10, il vecchio portato a valle e donato al Museo delle Alpi del forte di Bard sarà esposto appena terminata la pulizia, per il lavoro svolto viene ricordato Azzoni. Dell’operazione è stato girato un filmato da Alp Channel che registrerà anche un’intervista prossimamente

Borelli: Dopo la caduta di un masso a fine estate che ha danneggiato la veranda esterna, il sopra luogo del servizio regionale di tutela del territorio e la ricognizione fatta da Azzoni durante i voli per il posizionamento del Lampugnani-Grassi si dovrà in primavera provvedere alla riparazione, attualmente fatta con un pezzo di lamiera provvisoria e, dopo aver ricevuto la relazione di Azzoni, valutare costi e fattibilità per un’eventuale parziale messa in sicurezza delle zone sovrastanti il bivacco.

CraveriAzzoni comunica che il bivacco presenta un accumulo di neve sulla parte centrale della copertura che può far pensare ad un cedimento della struttura interna con conseguenti infiltrazioni.

Canzio: Bianco comunica che devono ancora essere finite alcune opere di consolidamento e la sostituzione della porta, interventi previsti nella prossima stagione.

Ferreri-Rivero: Picco comunica che è ripartito il progetto di ripristino della vecchia capanna Ferreri, costo previsto circa 22.00 euro e che sta collaborando con CAI Torino e GISM per verificare la fattibilità e il cointitolamento a Rivero, chiede anche un’eventuale disponibilità finanziaria di 3.000 euro che viene accordata dall’assemblea

7) Annuario 2009

Penasa comunica che quest’anno, visto il suo grosso impegno nell’organizzazione del meeting e il tardivo arrivo di alcuni pezzi, l’Annuario sarà disponibile in Gennaio. Per il ricordo di Piazzo si incarica Sant’Unione di contattare un amico del Costantino e di metterlo in contatto con la redazione.

8) Tesseramento ed Assicurazioni

Considerato il mancato arrivo dei nuovi bollini si seguirà la normale prassi di inviarli, assieme al presente verbale, entro fine anno.

9) Varie

-Sanguineti illustra alcune possibilità di collaborazione con Vivalda Editori per incrementare la diffusione e la conoscenza dell’Annuario. L’assemblea opta per la prima soluzione che salvaguardi la forma cartacea valutando anche la possibilità di trovare uno sponsor che copra le spese.

-viene approvata la richiesta di patrocinio da parte del CAAI dell’evento organizzato da Blatto in collaborazione con il GISM e con la SASP, un meeting di arrampicata nel vallone di Sea a luglio 2011.

Alle ore 14, dopo essersi complimentato con i presenti per l’ottima attività alpinistica svolta nell’anno, in primis l’apertura di una nuova via sula sud delle Gran Jorasses ad opera di DeLeo e Sanguineti con altri due compagni, esauriti gli argomenti l’Assemblea è sciolta.

Il Segretario: Pier Luigi Perona

Il Presidente: Claudio Picco

Giovedì, 22 Ottobre 2015 20:16

VERBALE DELL’ASSEMBLEA

Sono presenti 24 Soci:, S. De Leo, L. Enrico, M. Enrico, M. Faganello, M. Ghirardi, M. Giuliberti, G. Griva, F. Locatelli, A. Mellano, E. Montagna, E. Mosca, F. Palazzo, M. Penasa, P.L. Perona , L. Peirano, E. Pessiva, C. Picco, M. Piras, C. Rabbi, F. Ribetti, M. Sanguineti, C. Santunione, A.L. Rochat, U. Valocchi.

Scusano l’assenza: G.L. Vaccari, A. Giorda, A. Antola

Dopo aver ringraziato i Soci presenti, il Presidente apre l’Assemblea cedendo la parola all’ospite Gilberto Merlante, che illustra con una dimostrazione multimediale il nuovo portale del CISDAE (www.cisdae.it). Dopo averne descritto il funzionamento, sia per la consultazione sia per l’inserimento di notizie legate a spedizioni italiane nel mondo, invita l’Accademico a collaborare all’ampliamento del sito, inserendo anche dati su vecchie spedizioni. Gilberto, come responsabile, curerà la verifica toponomastica e la congruità degli scritti, prima di mettere in linea le informazioni. E’ sua intenzione caricare tutti i dati delle spedizioni oggi presenti in altra forma nell’archivio del CISDAE.

Si dà inizio all’Assemblea vera e propria.

1) Soci scomparsi

L’Assemblea rivolge un sentito ricordo ai Soci defunti Costantino Piazzo ed Enrico Peyronel. Si ricorda anche il centenario della nascita di Ninì Pietrasanta (dicembre 1909-dicembre 2009)

2) Approvazione verbale seduta precedente

Viene approvato all’unanimità il verbale dell’assemblea precedente, con la seguente variazione richiesta da Montagna:

– Al punto 9

– …. vengono riportati “i dati anagrafici dei nuovi Soci CAAI con luogo e data della riunione del C.G. che li ha ratificati.” FINE.

3) Comunicazioni del Presidente

– E’ in corso la revisione del sito dell’Accademico; saranno spedite le bozze agli interessati.

– GAISA: ci sarà una riunione con Stefani e Torti (CAI).

– Leggi sulla sicurezza e sulla responsabilità soggettiva in caso di distacco di valanga anche in assenza di danni o lesioni: si accende un dibattito che porterà ad una proposta illustrata al punto 8.

– Continua l’ottima collaborazione con la Scuola di Alpinismo Gervasutti. Si ricordano il notevole successo della proiezione del film su Gervasutti e l’invito rivoltoci per la presentazione del 1° Aprile dell’audiovisivo di Enrico Bonino.

– Progetto per i 150 anni dell’unità d’Italia: appena il progetto della salita di 150 cime prenderà corpo, sarà cura del CAAI Occidentale prendere in carico alcune salite di prestigio.

4) Dimissioni di Giorda

Stante l’assenza di Giorda, si vagliano varie soluzioni. All’unanimità l’Assemblea decide di sostituirlo con il primo escluso nelle votazioni di settembre 2008. Viene quindi nominato Vicepresidente Annelise Rochat. Ci complimentiamo con la prima presenza femminile in un direttivo del CAAI.

5) Presentazione dei nuovi Soci

L’Assemblea si congratula con il nuovo Socio Matteo Faganello. Insieme ad Adriano Carnati (Centrale), Renato Pancera ed Emanuele Menegardi (Orientale), Matteo è uno dei nuovi Soci, come ratificato nella riunione del C.G. a Milano, il 13 marzo scorso.

6) Relazione economica

Viene presentato il bilancio, con la segnalazione del pagamento delle quote 2008 e 2009. Si segnala anche come alcune voci siano anticipi da rendicontare alla Sede Centrale, per spese relative al Meeting 2010. Il bilancio viene approvato.

7) Bivacchi

Lampugnani-Grassi: Sentiti vari pareri, l’Assemblea decide di organizzare una presentazione in Courmayeur, verso la metà di maggio. Nell’occasione saranno applicate le targhe interne a memoria di Lampugnani e di Grassi e si inviteranno organi e associazioni per dare il massimo riscontro all’evento. Appena pronte targhe, inviti, ecc. si invierà comunicazione ai Soci.

FerreriAl momento è sfumata l’ipotesi di una collaborazione con CAI Torino e CAI Venaria, per una ristrutturazione del Ferreri da titolare anche a Michele Rivero.

Gervasutti (alle Jorasses): E’ stato presentato un progetto della Sucai, per la sostituzione con un modulo modernissimo ed energeticamente autonomo. Fatte visionare le bozze e le foto, l’Assemblea concorda nel considerare il progetto non in linea con le nostre convinzioni e di comunicare ciò alla Sucai.

7) Revisione quota bollino

Viene approvata, con un voto contrario, la proposta di portare la quota del bollino a 45 euro e, come già stabilito dalla precedente Assemblea, di anticipare il pagamento all’Assemblea autunnale. Il Presidente auspica di poter dare un contributo ad una eventuale spedizione, stante il buon saldo positivo di cassa.

8) Tesseramento

Procedendo al pagamento delle quote, ci si complimenta con il segretario Perona per il lavoro di recupero delle quote scadute di alcuni Soci.

9) Annuario

Penasa presenta il progetto dell’Annuario 2010, ormai abbastanza definito. Quest’anno l’Annuario dovrà andare in stampa prima del solito, in modo da essere disponibile per la distribuzione al Convegno di Ceresole Reale, il 25 e 26 settembre p.v.

All’annuncio dell’inserimento di un articolo dell’avvocato Bonardi sulle limitazioni e sui vincoli che si prospettano, si apre un acceso dibattito sulla posizione e sui modi in cui l’Accademico deve prendere posizione. La conclusione è quella di preparare un “manifesto”, al quale apporre le firme dei Soci, e di farlo girare affinché chi desidera possa sottoscriverlo, per rafforzare la contrarietà ad un tale scempio. Sarà mandato alle pubblicazioni CAI e non solo, alla CNSASA, all’AGAI ed infine alla Presidenza del CAI perché si attivi in merito. Il compito è assunto da Palazzo, che si impegna a presentare la bozza del documento entro aprile.

10) Elezioni

Termina il mandato in C.T. M. Sanguineti; si elegge L. Enrico, che subentra come membro supplente. Si nomina come probiviro Euro Montagna, in sostituzione del compianto Costantino Piazzo.

11) Varie (Meeting 2010 e Convegno Nazionale)

In occasione delle riunione del C.G. del 31 gennaio u.s. si è nominato Penasa come direttore del Meeting 2010. Picco e Giorda continueranno a fornire supporto su vari aspetti, come definito in quella riunione, mentre a Oviglia è stata affidata la gestione della giornata del venerdì con inviti, sponsor ecc.

Il Convegno Nazionale si svolgerà sabato 25, nel salone del Grand Hotel. Il tema proposto è:

Visione trad. Emozioni e valutazione dei rischi

Durante la discussione si evidenziano alcune richieste.

– Picco comunica che, sfruttando alcuni personaggi invitati al meeting venerdì 24 settembre, ci saranno anche uno o due interventi sull’argomento, da parte di autorevoli rappresentanti stranieri.

– Ribetti e Valocchi suggeriscono di rivedere il titolo, perché non è scontata l’interpretazione del termine trad.

– Palazzo chiede di invitare Cambon a tenere un intervento, essendo un personaggio che ha attraversato le fasi trad e plasir.

– Giuliberti chiede un autorevole intervento a cappello del meeting, su cosa si intende per trad.

– Valocchi evidenzia che sarebbero da esaminare anche le motivazioni che hanno portato ad una visione dell’arrampicata a bassa quota agli antipodi tra Inghilterra e Italia, Francia e altre Nazioni europee. La Direzione cercherà di rimodellare il titolo, pur mantenendo attuali i contenuti.

Alle ore 13, esauriti gli argomenti, l’Assemblea è sciolta.

Il Presidente

Claudio Picco

Giovedì, 22 Ottobre 2015 20:10

VERBALE DELL’ASSEMBLEA DEI SOCI

Sono presenti i soci: A. Antola, P. Crivellaro, S. De Leo, L. Enrico, M, Enrico, G. Ghiglione, M. Ghirardi, A Giorda, M. Giuliberti, G. Griva, F. Locatelli, U. Manera, A. Mellano, E. Montagna, E. Mosca, M. Penasa, P. Perona,E. Pessiva, C. Picco, M. Piras, C. Rabbi, V. Sartore, E Swab.

Scusano l’assenza i soci: M. Angelino, F. Carbonero, E. Cavalieri, M. Conti, F. Palazzo, L. Peirano, E. Rapetti, F. Ribetti, M. Sanguineti, C. Sant’Unione, U. Valocchi.

Dopo aver ringraziato i soci presenti per la numerosa partecipazione, il Presidente apre l’assemblea.

1) Soci scomparsi

Vengono ricordati con un minuto di silenzio i Soci deceduti, Matteo Campia, Costantino Piazzo e Riccardo Cassin

2) Approvazione del verbale precedente

Approvato all’unanimità.

3) Comunicazioni del Presidente

– Convegno Nazionale di Bergamo, viene brevemente illustrato il tema del dibattito, “Doping in montagna”. In tale occasione è stato presentato ufficialmente anche il ‘Meeting Intarnazionale’ di Arrampicata Trad 2010 a Ceresole.

– Mostra presso “Unione Culturale di Torino” delle fotografie del nostro Socio Piero Costantino, (1899-1923) e al relativo catalogo in distribuzione che illustrano l’attività e lo spirito Accademico di un giovanissimo alpinista torinese di inizio secolo.

– Si ricorda che la Rivista del CAI continua a pubblicare, in ogni numero, un intervento dell’Accademico invuitando i soci a proporsi per scrivere qualche articolo di spessore

– Presentazione ad Aosta della raccolta di scritti di alpinismo di Federico Chabod.

– Paventata chiusura delle Calanques a tutte le attività umane, su richiesta dell’assemblea verrà spedito testo e link per una petizione on line.

– Dal vecchio verbale risulta aperta la messa a punto del sito CAAI, si decide di portare l’argomento in Consiglio Centrale per cercare una gestione univoca per i tre gruppi.

– Elenco Soci CAAI curato da Euro Montagna. La difficile ricerca fatta da Euro consentirà di pubblicare sul prossimo Annuario la data di ingresso nel sodalizio di tutti i soci.

4) Presentazione nuove candidature

Giorda, anche a nome di Sanguineti, presenta la candidatura di Matteo Faganello, nato nel 1979 e socio dal 2000 della Sezione CAI di Parma. Analizzata l’ampia e completa attività la candidatura viene approvata dalla totalità dei presenti. (23/23) Si concorda che anche in futuro, in occasione della convocazione dell’assemblea, venga inviato ai Soci almeno uno stralcio dell’attività dei nuovi candidati per poterne prendere visione in anticipo.

5) Meeting 2010 a Ceresole

Si aggiorna l’Assemblea sullo stato attuale dell’organizzazione e dei contatti presi con alcuni degli Enti interessati, Comune, Parco, Pro loco, Associazione Albergatori, Iride… Il sito dedicato all’evento è stato acquistato www.tradclimbing.it e Giorda ne sta curando la costruzione, si prevede la messa in rete entro dicembre.

-Penasa ricorda come questa attività richiede e richiederà un impegno notevole da parte nostra ed auspica una collaborazione generale

-Su intervento di Sartore si apre un dibattito in merito alle opinioni emerse su alcuni blog, anche ad opera di accademici, in seguito all’articolo di Giorda sulla rivisitazione di una sua vecchia via in Valle Orco, “Diedro Atomico” ed all’anonima schiodatura del medesimo.

-Sartore chiede che il meeting e l’organizzazione restino al di fuori di queste diatribe e che l’evento non sia usato come cassa di risonanza per scopi personali o poco chiari.

-Manera si associa chiedendo che il CAAI prenda distanza da queste polemiche per non generare confusione.

-Swab propone, sulla base delle sue partecipazioni a meeting inglesi, di pensare ad un registro dove ogni partecipante segni la meta giornaliera in seguito al briefing mattutino.

-Giorda conclude evidenziando che affinché si possa sperare di migliorare la conoscenza e la diffusione del ritorno alla scalata trad è importante che se ne parli anche con l’uso dei blog.

-Swab offre il suo aiuto anche per l’invito di alcuni arrampicatori trad esteri di spicco

6) Mostra per il centenario della nascita di Gervasutti

Il presidente aggiorna l’assemblea in merito all’inaugurazione della mostra presso il Museo (11-12-2009 ore 18.30) e distribuendo gli inviti auspica una buona presenza affinché sia diffusa la conoscenza di questo grande alpinista, nostro collega CAAI. Viene analizzato il rifiuto del Museo alla prima proiezione del nuovo film di Santin-Gregorio girato per celebrare l’evento. Il presidente, conscio della nostra incompleta conoscenza dei fatti, accetta come definitiva la motivazione espressa dal direttore del Museo, Aldo Audisio, per cui la Regione Piemonte sarebbe contraria a questa proiezione in contemporanea all’apertura della mostra. Si apre un acceso dibattito con interventi di Manera (che difende l’operato e l’attività svolta dal Museo),

-Giorda evidenzia che la prima sarà presentata il giorno successivo, 12 dicembre, a Cervignano in occasione dell’apertura della mostra, uguale a quella del Museo e da questi fornita all sezione CAI, con la partecipazione del P:G. Salsa ed alla quale sono invitati alcuni nostri soci che hanno contribuito alla realizzazione. Lamenta anche che questo farà perdere in visibilità ed importanza all’evento torinese e reputa che la presidenza si sarebbe dovuta attivare con maggior pressione sul Museo.

-Crivellaro afferma che nel suo intervento nel film si parla di Gervasutti solo alpinisticamente e non, come ipotizzato, di altri aspetti in particolar modo politici.

-Giuliberti dopo aver dato il suo avallo alla mostra chiede di chiarire con Audisio perché non sia stato preparato in cahier, cosa abitudinaria per tutte le mostre organizzate dal museo.

-Il presidente chiude la discussione facendosi carico di avere maggiori lumi in merito al cahier ed auspicando che queste diatribe non influenzino il possibile flusso di visitatori.

-Viene infine proposto da Giorda e da Giuliberti di organizzare la proiezione del film in Gennaio a Torino organizzando l’evento come Scuola Gervasutti e con il patrocinio del CAAI. Proposta accettata.

-Vengono anche distribuite delle medaglie ricordo dell’evento acquistate dal CAAI presso la sezione di Cervignano che le ha commissionate.

6) Bivacchi

-Lampugnani-Grassi. Verrà posizionato la prossima stagione un po’ più in alto dell’attuale. Attualmente si trova a Courmayeur e si potrebbe organizzarne un’inaugurazione ufficiale in primavera prima della sua collocazione in quota. La presidenza si attiverà in merito

-Rivero. Dopo il sopraluogo, verificato che non esiste più neanche il basamento, si decide di non rimpiazzarlo. L’assemblea da mandato alla presidenza di approfondire con la sezione di Torino la possibilità di una ristrutturazione dell’attuale bivacco Ferreri che potrebbe diventare “Ferreri-Rivero”.

7) Annuario 2009

Viene distribuito ai presenti che si complimentano con il responsabile Mauro Penasa per l’ottimo lavoro.

8) Tesseramento ed Assicurazioni

Si evidenzia la necessità di avere entro la fine dell’anno la richiesta dei rinnovi assicurativi per non incorrere nel rischio di restare scoperti.

-Montagna propone di regolare il tesseramento nella riunione autunnale e non in quella primaverile. La proposta è accolta, quindi dal 2010 il pagamento della quota e delle assicurazioni sarà regolarizzato nell’assemblea autunnale.

9) Varie

-Crivellaro comunica che il 3-12, c/o Palazzo Nuovo, Pinelli presenterà un suo libro autobiografico.

-Crivellaro comunica che il 12-12 alle 16 c/o l’Archivio di Stato, verranno letti degli scritti che analizzano criticamente l’atteggiamento dei primi salitori del M. Bianco nei confronti degli abitanti della valle di Chamonix

-Montagna chiede che sul verbale dell’assemblea primaverile venga riportata l‘anagrafica dei nuovi soci CAAI, il luogo e la data della riunione del CG che li ha ratificati.

-Rabbi informa che dal prossimo anno il Trofeo Chabod diventerà gara internazionale e che compatibilmente con la possibilità ci sarà, a Valsavarenche, un’esposizione dei dipinti di Chabod.

-Swab proietta una serie di diapositive illustranti situazioni organizzative e l’attività svolta nei due meeting di arrampicata in Galles a cui ha partecipato.Invita chi ne fosse interessato e che ne abbia la possibilità a frequentare queste attività per ampliare la conoscenza dei metodi applicati. Presenta ancora per mezzo di fotografie la sua nuova guida sulle Tre Cime di Lavaredo dove, con una notevole attività di ricerca, sono state descritte tutte le vie oggi esistenti.

Alle ore 14, esauriti gli argomenti l’Assemblea è sciolta.

Il Presidente

Claudio Picco

Giovedì, 22 Ottobre 2015 20:07

VERBALE DELL’ASSEMBLEA DEI SOCI

Sono presenti i soci: A. Antola, R. Bianco, F. Carbonero, S. De Leo, L. Enrico, M, Enrico, G. Ghiglione, M. Ghirardi, A Giorda, M. Giuliberti, G. Griva, F. Locatelli, U. Manera, A. Mellano, E. Montagna, E. Mosca, L. Peirano, M. Penasa, P. Perona, C. Piazzo, C. Picco, C. Rabbi, F. Ribetti, A. Rochat, M. Sanguineti, C. Santunione, V. Sartore.

Scusano l’assenza i soci: M. Campia, P. Crivellaro, F. Ferrari,, F. Scotto, E. Svab, G. L. Vaccari, U. Valocchi, C. Ramella.

Dopo aver ringraziato i soci presenti per la partecipazione particolarmente numerosa, il Presidente apre l’assemblea.

1) Approvazione del verbale precedente

Vengono fatte le seguenti rettifiche:

– soci scomparsi: aggiungere Piero Fornelli;

– scusano l’assenza: aggiungere Euro Montagna.

2) Comunicazioni del Presidente

Il Presidente, dopo essersi felicitato con Manera per il 70° compleanno, apre le comunicazioni.

– Stefani è stato rieletto Presidente Generale per il prossimo triennio.

– Abbiamo partecipato al congresso di Bergamo su Arrampicata e Alpinismo.

Conclusioni in sintesi della breve discussione che segue in assemblea: non si può annullare il rischio insito nell’attività alpinistica; ciascuno sceglie secondo la propria visione come scalare/attrezzare; sarebbe opportuno pubblicare sugli organi ufficiali almeno i punti salienti di questi convegni, in modo da portarli a conoscenza dei soci CAI.

– Dal prossimo numero della Rivista del CAI avremo a disposizione uno spazio per esporre i nostri punti di vista sull’alpinismo; gli interessati sono invitati a proporre eventuali contributi, atti a migliorare la nostra visibilità.

– Il bivacco Lampugnani-Grassi sarà installato, presumibilmente, entro l’estate.

– Sito web. Si decide di adottare anche per il nostro gruppo l’interfaccia proposta e resa disponibile da Sinapi. Viene affidato a Piazzo il ruolo di amministratore del sito.

– Mostra per il centenario della nascita di Gervasutti. Illustrate le difficoltà economiche esposte dal Museo della Montagna, si dà mandato a Giuliberti di contattare ancora Audisio. Giuliberti e Bianco propongono di esercitare pressione presso il Museo affinché organizzi l’evento anche senza finanziamenti. Ribetti si attiverà per perorare la richiesta presso il Museo della Montagna. Si concorda, se necessario, di preparare in proprio – con la collaborazione del CAI Torino – la mostra.

– Meeting internazionale di arrampicata 2010. Il Presidente comunica che la Valle dell’Orco è stata designata come località di svolgimento. Saranno contattati a breve tutti gli enti eventualmente interessati (Comune, Comunità Montana, Provincia, Regione, Ente Parco e Amici del Gran Paradiso) per esporre la bozza di progetto preparata da Penasa e verificare quale contributo potrebbe esserci fornito. Si incaricano Giorda, Penasa e Picco di portare avanti l’iniziativa e prendere i contatti ritenuti opportuni. Il periodo di svolgimento previsto è, indicativamente, dal 19 al 24 settembre 2010. Si propone di organizzare immediatamente a seguire il Convegno Nazionale a Ceresole, nei giorni 25 e 26 settembre 2010. Gli sviluppi saranno comunicati durante la prossima assemblea.

3) Presentazione dei nuovi Soci

Vengono presentati i due nuovi soci, i fratelli Luca e Matteo Enrico. Dopo la consegna delle tessere e dei distintivi e le felicitazioni e gli auguri da parte di tutti i presenti, l’Assemblea pone l’accento sulla necessità di prestare la massima attenzione alla ricerca di nuovi alpinisti da candidare per l’inserimento nel gruppo.

4) Bilancio

Viene presentato il bilancio, con la segnalazione del ritardato pagamento delle quote 2009, che figureranno quindi nel bilancio del prossimo anno. Il bilancio viene approvato. Bianco pone l’accento sulla necessità di gestire con attenzione i depositi bancari attuali e si dichiara disponibile a contribuire per individuare investimenti opportuni.

5) Annuario

Penasa presenta il progetto dell’Annuario 2008/09 ed invita i soci a far pervenire altri contributi. Si ricorda che nel 2009 ricorrono anche i centenari delle nascite di Chabod, che sarà ricordato ripubblicando i suoi articoli sulla “Corsa alle Jorasses”, e di Cretier, per il quale si fa presente l’opportunità di inserire un ricordo. Per Gervasutti sono programmati alcuni articoli e probabilmente sarà disponibile anche un contributo per Grassi nel 20° anniversario della scomparsa.

6) Nuovo componente la C.T.

Ferrari subentra come membro effettivo ad Antola, che esce dalla C.T.. Ghiglione viene eletto membro supplente. Sanguineti si dichiara disponibile a lasciare anticipatamente la C.T., visto il concomitante incarico di Vice-Presidente, in modo da far condividere ad altri soci le cariche sociali. Gli viene chiesto di restare ancora; Sanguineti accetta. L’organico attuale della C.T. è quindi composto da: De Leo, Ferrari, Peirano, Sanguineti (membri effettivi), Ghiglione (membro supplente).

Il Presidente segnala l’assoluta necessità di essere presenti nel giorno dell’esame delle candidature in C.T. centrale, in modo da evitare che il Gruppo non sia sufficientemente rappresentato.

7) Varie

– Montagna rammenta di eliminare dall’Annuario le inesattezze in merito ai soci scomparsi e consegna a Penasa le correzioni.

– Bivacco Rivero. Si decide di fare appena possibile un sopralluogo per verificarne lo stato attuale, riservandoci di decidere se, invece di ricostruirlo, sia opportuno collaborare con il CAI Torino nella messa a punto del Ferreri (soluzione che sembra incontrare il favore della maggioranza dei presenti)

– Sanguineti espone alcune iniziative tese a far conoscere il CAAI e a promuoverne l’immagine in Liguria. Rivolge a Mellano l’invito a partecipare il 30 maggio 2009, durante la giornata dedicata all’Eiger nell’ambito della manifestazione “A Fil di Cielo”, in qualità di membro di una delle cordate che effettuarono prima italiana alla parete N ed unico fra gli autori della prima italiana ad essere socio del CAAI Occidentale. Mellano accetta l’invito. Sarà contattato dagli organizzatori della serata, che valuteranno anche se prevedere la proiezione di alcune immagini realizzate durante la recente salita della parete N da parte dei soci De Leo, Giuliberti e Peirano. Sanguineti precisa di non avere alcun ruolo attivo e alcun potere decisionale nell’organizzazione della manifestazione sull’Eiger e, più in generale, di tutta la rassegna “A Fil di Cielo”, ma di aver semplicemente comunicato all’organizzatore (G. Dellacasa) del possibile interesse nell’evento da parte del CAAI Occidentale, interesse confermato dall’Assemblea. L’Assemblea approva anche la proposta di Sanguineti di concedere alla manifestazione sull’Eiger il patrocinio del nostro gruppo. Sanguineti segnala poi che il 25 maggio 2009, nell’ambito della stessa rassegna “A Fil di Cielo”, presenterà una videoproiezione e che un’altra serata sarà probabilmente dedicata ad una videoproiezione realizzata da Antola e due suoi compagni di scalate. In tali occasioni, propone che il nostro Presidente e/o uno o più soci tengano un breve intervento per presentare il CAAI e che si colga l’occasione per pubblicizzare l’Annuario e venderne copie. Entrambe le proposte vengono approvate dall’Assemblea. Sanguineti propone infine di organizzare la prossima assemblea autunnale del CAAI Occidentale in una località ligure. L’Assemblea approva e lo invita a procedere in tal senso, esplorando tra le varie proposte, presentate da Sanguineti all’Assemblea stessa, quella più gestibile ed opportuna. – Montagna chiede di aggiornare con i numeri telefonici gli elenchi dei soci presenti sul sito; si decide che chi abbia piacere di inserire il suo numero contatti la Segreteria, che provvederà in merito.

Alle ore 13, esauriti gli argomenti e dopo aver brindato con i nuovi soci, l’Assemblea è sciolta.

Il Presidente 

Claudio Picco

Domenica, 18 Ottobre 2015 17:33
  • Amadio Michele    Via Caselette 23/17    10049    Almese (TO)
  • Altavilla Giovanni    Viale Ravensburg 30    10098    Rivoli (TO)