Bivacchi

Club Alpino Accademico Italiano

Bivacco Alessandro Martinotti

Mercoledì, 21 Ottobre 2015 23:09

Posto all’estremità del crestone nord-ovest della Roccia Viva che divide i ghiacciai di Gran Crou e di Money. Costruito nel 1930 è un bivacco “vecchio stile”, cioè di tipo basso alto m. 1.25, largo m 2.25  e profondo m. 2. Dedicato ad Alessandro Martinotti, di origine biellese, caduto sul Monte Mars (prealpi biellesi) nel 1927.

Anno di costruzione: 1930 (sostituito nel 1994)

Posti letto - quota: Può ospitare non più di 4 persone - mt. 2.588

Accesso: Da Valnontey (m.1666) lasciando a destra la strada e  il ponte che conduce al rifugio Vittorio Sella, si continua sulla sponda orientale del torrente, con marcia pianeggiante tra praterie e pinete; oltrepassati i casolari di Valmiana si arriva al ponte del’Erfraulet (m. 1830; h 1-1.45). Si attraversa  il torrente e si procede sulla buona mulattiera che si sviluppa dapprima con andamento quasi rettilineo sulla sponda occidentale della valle, poi con una serie di svolte sulla più ripida fiancata fino ad un bivio; si abbandona allora la strada che si inerpica a destra verso i casolari dell’Herbetet e si segue il sentiero di sinistra che si dirige verso i torrenti che defluiscono dal ghiacciaio della Tribolazione e di Gran Crou, onde guadarli e risalire poi un erto pendio morenico e un valloncello fin contro a uno spalto roccioso, alla base del crestone nord-ovest della Roccia Viva. Si procede allora a sinistra dello spalto e, per un ripido pendio erboso di una ventina di metri, si raggiunge il costone su cui sorge il bivacco. (h.4-30).

Ascensioni principali: Becca di Gay, Roccia Viva, Torre Gran S. Pietro, G. Paradiso versante Tribolazione.

929